Navigazione

25.10.2017 - Prese di posizione Saldo 17/2017 – insufficiente

Per l’edizione 17/2017, Saldo ha esaminato tè verdi in bustine. Complessivamente sono stati testati 14 prodotti, di cui cinque tè verdi biologici.

alnatura-jasmintee.jpg

Con nostro grande rammarico, il tè verde Alnatura al gelsomino è stato valutato come «insufficiente». La valutazione negativa si riferisce perlopiù al contenuto di polifenoli, ritenuto troppo basso.

I polifenoli sono sostanze vegetali naturali presenti in numerose piante. Sono considerati benefici per la salute e si trovano principalmente in alimenti quali tè, frutta e verdura. È quindi auspicabile un contenuto di queste sostanze che sia il più elevato possibile. Tuttavia, il contenuto dei polifenoli può variare molto fortemente in natura, vale a dire non è possibile modificare la quantità presente in ogni pianta. Il contenuto di polifenoli rilevato da Saldo nel tè verde Alnatura al gelsomino rientra nella gamma di occorrenza naturale di questi ingredienti vegetali. Alla luce di questo fatto, non riusciamo a spiegarci una simile valutazione.

Saldo ha declassato il tè verde Alnatura al gelsomino di un ulteriore punto a causa della presenza di sostanze indesiderate non impiegate attivamente. Tuttavia, non è sempre possibile escludere l’infiltrazione indesiderata di tali sostanze. Ad esempio, le tracce di cloro presenti in quantità esigue sono riconducibili all'aggiunta di cloro all’acqua potabile, una prassi comune nei terreni coltivati. Praticamente lo stesso si può dire nel caso delle tracce di fitosanitari. L’agricoltura biologica rinuncia deliberatamente all’uso di pesticidi chimico-sintetici; tuttavia, l'agricoltura biologica non è totalmente al riparo dagli effetti dell’agricoltura convenzionale: il vento, ad esempio, può trasportare piccole quantità di pesticidi da piantagioni di tè convenzionali a piantagioni ecologiche.