Navigazione

Insalata calda di lenticchie con uovo in camicia

Insalata calda di lenticchie con uovo in camicia

Per 4 - 6 persone

Ingredienti

 

300 g di spinaci bio
100 g di lenticchie beluga bio Alnatura
  Sale marino
pomodori sodi bio, circa 170 g
cipolla bio, circa 50 g
1 piccola zucchina bio, circa 170 g
60-70 g di burro bio
  Zucchero bio Alnatura
  Pepe bio Alnatura
150 ml di panna intera o mezza panna bio
  Noce moscata bio Alnatura
1 cucchiaio di aceto bianco bio
4-6 uova fresche bio (a seconda del numero di persone)

Preparazione

  1. Togliere le foglie di spinaci dai gambi facendo attenzione a non spezzarle. Lavare bene le foglie in acqua e farle sgocciolare.
  2. Cuocere le lenticchie al dente in acqua leggermente salata, scolarle e farle sgocciolare in un setaccio.
  3. Dividere in quattro i pomodori, togliere i semi e tagliarli a pezzetti. Sbucciare le cipolle. Tagliare le cipolle e le zucchine a dadini.
  4. Far sciogliere circa 30 g di burro in una padella. Rosolarvi le cipolle e le zucchine. Condire con un pizzico di zucchero, sale e pepe. Versare la panna e far cuocere brevemente. Aggiungere i dadini di pomodoro e le lenticchie e tenere il tutto in caldo.
  5. Far sciogliere il resto del burro in una pentola larga, aggiungere gli spinaci e rosolare il tutto a fuoco basso mescolando di tanto in tanto. Condire con sale, pepe e noce moscata.  Gli spinaci non devono risultare troppo cotti. Sgocciolarli in un setaccio e aggiungerli alle lenticchie.
  6. Per le uova far bollire in una pentola 1 l d’acqua  aggiungendo dell’aceto. Aprire ogni uovo in una ciotolina separata (facendo attenzione a non rompere il tuorlo). Con un frusta generare un piccolo vortice nell'acqua di cottura. Versare le uova in rapida successione nell'acqua e lasciarle per circa 4 minuti. Importante: l’acqua non deve bollire! Togliere le uova con una schiumarola e farle asciugare su della carta da cucina. Salare a piacere.
  7. Servire: versare le verdure e le lenticchie nei piatti e piazzarci sopra le uova.

 

Fonte: Alnatura
Fotografo: Oliver Brachat